Powered by ZigaForm version 3.9.2.8

I meta Tag sono importanti ai fini SEO?

RUBRICHE >> Internet >> SEO >> Meta Tag e SEO

I meta tag si trovano all’interno della sezione <HEAD>…</HEAD> del documento HTML e sono utilizzati per fornire informazioni aggiuntive agli spider che le riportano ai motori di ricerca. A differenza di qualche anno fa, dove gli stessi motori di ricerca attribuivano un certo peso all’inserimento nei meta tag di informazioni relative al sito web, l’uso improprio effettuato da parte di molti webmasters, ne ha limitato fortemente l’efficacia. Un loro utilizzo scorretto può portare anche alla cancellazione permanente di una o più pagine web dall’indice dei motori. Tuttavia, anche se il loro uso non migliora in maniera significativa il posizionamento del sito, questo non significa che non debbano essere considerati. I meta tag DESCRIPTION e ROBOTS rivestono ancora una certa importanza. Quasi del tutto ignorato dai motori di ricerca è invece il meta tag KEYWORDS. Analizziamone i principali:

  • meta tag description
  • meta tag keywords
  • meta tag language
  • meta tag robots

Quali sono i meta tag da utilizzare ?

META TAG DESCRIPTION
Il meta tag description fornisce a tutti i motori di ricerca una descrizione sintetica di quello che è contenuto nella pagina, sintesi che molto spesso viene visualizzata nella pagina dei risultati di ricerca (SERP) per una specifica keyword. Un esempio di come Google utilizza il Meta Tag Decription è riportato in figura:

Meta Tag Description

Per completezza è anche vero che Google potrebbe non utilizzare il testo inserito in questo tag, ma invece dei contenuti interni alla pagina web. In ogni caso è buona norma includere nel Tag description le parole chiave principali e le frasi più rilevanti, di senso compiuto, descrittive e motivanti per l’utente. Tra le altre caratteristiche che deve avere questo tag, segnalo:

  • deve essere diverso per ogni pagina: ogni descrizione inserita deve essere unica, in modo da aiutare i motori di ricerca e gli utenti
  • deve essere coerente con il contenuto della pagina: è inutile e forviante per lo spider inserire una descrizione che non c’entra nulla con l’argomento della pagina;
  • inserire la keyword intervallata da preposizioni o congiunzioni solo se utilizzate comunemente dagli utenti
  • in caso di più keyword per la medesima pagina inserirle nella descrizione non troppo vicine
  • non deve superare i 140/160 caratteri: oltre questa lunghezza Google, Yahoo e Bing tagliano la descrizione che compare nella SERP

META TAG KEYWORDS
Il meta tag keywords, una volta molto usato per il posizionamento delle pagine web, è ora pressocchè ignorato dalla maggior parte degli spider dei motori di ricerca, ma può essere comunque utilizzato per rafforzare l’informazione trovata all’interno della pagina web. Per questo motivo le keywords, per essere rilevanti, dovranno comparire anche nel tag TITLE e nel meta tag DESCRIPTION e, ovviamente, nel contenuto della pagina. In pratica vi consiglio di utilizzare questo meta tag, inserendo però solo le parole chiavi in base alle quali avete ottimizzato la pagina web e non più di 4/5 keywords separate da una virgola e con interposto uno spazio (ad esempio: <meta name=”keywords” content=”guadagnare con internet, guadagno online, guadagna con le affiliazioni” />).

META TAG LANGUAGE
Il meta tag language dichiara la lingua principale utilizzata nella pagina (es. <META NAME=”Language” CONTENT=”IT”>) e viene sfruttato dagli strumenti di traduzione automatica. Ha una scarsa importanza e può essere tranquillamente omesso.

META TAG ROBOTS
In un articolo abbiamo visto come il file robots.txt contenga alcune istruzioni che possono impedire agli spider di accedere ad alcuni file e cartelle, che non si vuole vengano indicizzate. Un metodo alternativo per ottenere lo stesso risultato (anche se meno efficace) è l’utilizzo del meta tag robots, che deve essere inserito all’interno del tag <HEAD>…</HEAD> di ogni pagina del sito i cui contenuti debbano essere gestiti in maniera diversa dagli spider (es.<meta name=”robots” content=” “>). Attualmente le direttive comuni ai diversi spider sono le seguenti: index (richiesta di includere i contenuti della pagina nell’archivio del motore di ricerca), noindex (richiesta di non includere i contenuti della pagina nell’archivio del motore di ricerca – utile nel caso non si vogliano indicizzare versioni della pagina stampabili con contenuti duplicati), follow (richiesta di seguire tutti i link della pagina al fine di individuare in maniera automatica altre pagine del sito), nofollow (richiesta di non seguire tutti i link della pagina), noarchive (evita che la pagina sia salvata nella cache di un motore di ricerca). Analizziamo la sintassi di questo meta tag;

Meta tag Istruzione Descrizione
meta name=”robots” Content=”index,follow” Istruisce lo spider affinchè indicizzi la pagina e ne segua tutti i link
meta name=”robots” Content=”noindex,follow” Istruisce lo spider affinchè non indicizzi la pagina ma ne segua tutti i link
meta name=”robots” Content=”index,nofollow” Istruisce lo spider affinchè indicizzi la pagina ma non segua tutti i link al suo interno
meta name=”robots” Content=”noindex,nofollow” Istruisce lo spider affinchè non indicizzi la pagina e non ne segua i link inseriti

L’utilizzo di questo meta tag non impedisce comunque ad una pagina di essere resa pubblica (lo spider in ogni caso la vede), ma semplicemente può richiedere che non venga indicizzata dai motori di ricerca.

Concludo riportando una tabella che ho trovato su un libro (SEO e SEM. Guida avanzata al Web marketing), che vi consiglio, e che indica le lunghezze massime (caratteri) ipotetiche consigliate per i tag Title, Description e Keywords e per le URL, secondo Google, Bing e Yahoo. Non prendete questi valori per oro colato, in quanto potrebbe variare nel tempo, ma considerateli come delle indicazioni di massima:

TITLE DESCRIPTION KEYWORDS URL
Google 66-70 156-158 10-40 75-92
Bing 67-72 176-184 12-55 91-94
Yahoo 64-65 164-190 8-30 65-80

By |2015-01-10T18:17:34+00:00gennaio 10th, 2015|SEO, Uncategorized|

Leave A Comment