Powered by ZigaForm version 3.8.4

Quali sono le principali tecniche SEO? Che differenza c’è tra On Page Factor e Off Page Factor?

I principali fattori SEO
RUBRICHE >> Internet >> Principali tecniche SEO

Per creare traffico sul vostro sito occorre essere visibili ai motori di ricerca. L’applicazione corretta di tecniche SEO (Search Engine Optimization)  ci permetterà di ottenere, per il nostro Sito, Blog o E-Commerce, un maggiore riscontro sia in termini di visite, che di popolarità nel web. Realizzare un sito bellissimo e utilissimo, pubblicarlo su Internet e aspettare che venga indicizzato dai motori di ricerca, ovvero che compaia nella lista dei risultati (SERP – Search Engine Results Page), senza preoccuparsi di “farlo notare” agli stessi motori, potrebbe vanificare tutto il lavoro fatto. Usare tecniche SEO per aumentare la visibilità del proprio sito sui motori di ricerca è il primo passo da compiere per generare traffico sul sito stesso ovvero portare visitatori che potenzialmente potrebbero farvi guadagnare (ad esempio cliccando sui banner pubblicitari, acquistando un libro o un ebook o un qualsiasi prodotto di un circuito a cui siete affiliati). Migliori risultati in termini di visibilità si otterranno inoltre affiancando il SEM al SEO, ovvero applicando tecniche di marketing online ai motori di ricerca, con l’obiettivo di indirizzare verso il vostro sito web traffico qualificato, ovvero visitatori realmente interessati ai vostri prodotti/servizi. Il primo aspetto da considerare nell’ottimizzazione per i motori di ricerca è capire quali sono gli utenti a cui il sito si rivolge, in che modo effettuano le ricerche su Internet e come possono trovarci attraverso i motori (quale parole chiave utilizzano ?). Quello che vedremo vale in linea generale per tutti i principali motori di ricerca (Google, Yahoo, Bing, Altavista), anche se alcune tecniche potranno avere più o meno peso per un motore piuttosto che per un altro. Ad esempio Bing, in maniera simile a Yahoo, dà molto peso al titolo della pagina web (tag TITLE) ed al META Tag “DESCRIPTION” e Google, a differenza di Bing, dà molta importanza all’età del dominio (maggiore facilità ad indicizzare le vostre pagine su Bing). Tuttavia, avendo Google una posizione predominante, vi consiglio inizialmente di concentrare tutti gli sforzi proprio sull’ottimizzazione del vostro sito per questo motore. In molti casi è facile che ottenendo un buon posizionamento su Google, per determinate parole chiavi, riuscirete ad ottenere visibilità anche su altri motori di ricerca.

Tipi di risultati visualizzati nelle ricerche

Il termine SEO (Search Engine Optimization) si riferisce ai metodi e alle tecniche che vengono applicate ad un sito per incrementarne il traffico, il rank e la visibilità nei motori di ricerca. Prima di procedere con l’analisi delle tecniche SEO è importante sapere che quando si effettua una ricerca su Google, come su Yahoo e Bing, vengono visualizzati 2 tipi di risultati:

  1. link sponsorizzati (risultati a pagamento)
  2. risultati della ricerca naturale (o ricerca organica)

Le tecniche SEO influenzano il posizionamento del secondo tipo di risultati, ovvero quelli derivanti dalla ricerca naturale. Il primo tipo di risultati deriva da circuiti a pagamento (ad esempio il circuito AdWords) attraverso i quali gli inserzionisti creano la propria pubblicità che viene pubblicata sopra o a destra i risultati della ricerca naturale (SERP). La stessa pubblicità potrà essere visualizzata sul nostro sito attraverso banner creati tramite AdSense. Per ogni click che l’utente farà su questi banner, si percepirà un compenso (pay-per-click).

Principali tecniche SEO che influenzano il posizionamento

I fattori che influenzano l’indicizzazione di un sito web possono essere divisi in 2 macro-categorie:

  1. On page factor: fattori interni alla pagina, ovvero tutte quelle azioni che vanno fatte direttamente sulle pagine del sito agendo sul linguaggio HTML.
  2. Off page factor: fattori esterni alla pagina, ovvero tutte quelle attività che hanno come obiettivo quello di migliorare la popolarità del sito.

I principali On page factor su cui può intervenire direttamente il webmaster per migliorare il posizionamento delle pagine comprendono:

I principali Off page factor comprendono invece:

Per gli approfondimenti di ogni voce cliccate sul relativo link.

Tavola periodica dei fattori SEO 2015

La tavola periodica dei fattori SEO serve allo specialista SEO per focalizzarsi sugli elementi più importanti ai fini di migliorare il posizionamento del sito web, applicando in maniera corretta le tecniche SEO:

Tavola periodica dei fattori SEO 2015

Nella tavola gli elementi principali sono disposti in base alla loro importanza, e divisi in 2 aree principali:

  • On-The-Page: fattori che sono in gran parte sotto il controllo degli “SEO specialist”
  • Off-The-Page: fattori esterni alle pagine, o non direttamente controllabile dallo specialista

All’interno di queste 2 aree, ci sono 7 categorie di fattori:

  1. Content: fattori relativi alla qualità dei contenuti
  2. Architecture: fattori relativi alla architettura del sito
  3. HTML: fattori specifici delle pagine web
  4. Trust: fattori relativi all’affidabilità e all’autorevolezza del sito
  5. Link: fattori relativi a come i link impattano sul posizionamento
  6. Personal: fattori relativi a come la personalizzazione dei risultati delle ricerche impatta sul ranking
  7. Social: fattori relativi a come le azioni sui social impattano sul posizionamento

Ad ogni fattore è stato attribuito un peso: quelli considerati più importanti hanno un valore +3, seguiti da +2 e +1, mentre i fattori negativi, che possono danneggiare la visibilità di un sito su Google, iniziano con la lettera V, ed hanno valori numerici negativi (-3, -2 e -1).

By | 2018-02-09T16:31:43+00:00 giugno 12th, 2017|Internet, Rubriche, SEO|

Leave A Comment