Powered by ZigaForm version 3.9.6.4

Link baiting e Facebook

Scritto da |2016-04-24T11:27:36+00:00aprile 24th, 2016|Internet, Rubriche, SEO, Social Network|

Cos’è il link baiting? Per quale motivo si usa? Come si è mosso Facebook per limitare il link baiting?

RUBRICHE >> Internet >> Social Network >> Link baiting e Facebook

Il Link Baiting (o Click Baiting) ha come obiettivo principale quello di generare traffico verso il sito, aumentando così il numero di pagine viste, indipendentemente dal tempo di permanenza dell’utente sulla pagina linkata. Questo si ottiene attraverso la pubblicazione di link che attirino l’attenzione delle persone, inducendole a cliccare sul link stesso per leggere il contenuto intero della pagina o del post. In sostanza il link baiting cerca di portare traffico verso il sito con una sorta di “inganno”, a volte senza fornire informazioni precise sul contenuto, ma semplicemente stuzzicando la curiosità dell’utente. Personalmente utilizzo questa tecnica solo se porta visite di qualità verso il sito, fornendo contenuti che siano utili al visitatore. In caso contrario è molto probabile che l’utente, qualora si ritenga ingannato, non ritorni più sul mio sito o blog.

Per quale motivo si usa il link baiting

Uno dei motivi, se non il principale, per cui si utilizza questa tecnica è legato al mondo dell’editoria online. Un cliente paga affinché venga generato molto traffico verso il sito. Normalmente vengono pagati dagli 1 ai 4 euro ogni mille visualizzazioni di pagina (CPM). È ovvio che più visite si riescono a portare verso questa pagina, più il publisher guadagna. Il periodo economico poco favorevole, che ha portato a riduzioni importanti di fatturato, ha reso sempre più utilizzato il click baiting, soprattutto nei social network o in importanti portali verticali.

Facebook e i post “acchiappa click”

Facebook si è mossa per limitare il link baiting con un nuovo algoritmo per le notizie, penalizzando tutti i post che utilizzeranno titoli “acchiappa link”. I nuovi aggiornamenti andranno infatti a modificare l’algoritmo del News feed in modo tale da premiare le notizie su cui gli utenti si soffermano di più e non solo quelle che ottengono più visualizzazioni. Il motivo è quello di dare maggiore valore ai contenuti che effettivamente sono utili agli utenti.

Facebook valuterà i link attraverso due modalità:

  1. tempo di permanenza delle persone sui post. Un tempo basso presuppone un contenuto scadente o comunque di scarso interesse per l’utente. Facebook darà maggior valore ai link che terranno impegnato l’utente per più di 1 minuto;
  2. interazioni con il contenuto dopo aver cliccato sul link. Maggiore sarà il loro numero, maggiore sarà la possibilità che il post stesso puntasse ad un contenuto di valore per gli utenti.

In un post ufficiale di Facebook è stato infatti ribadito che: “Con queste modifiche vogliamo capire meglio quali articoli possano essere interessanti per gli utenti basandoci sul tempo trascorso nella lettura, in questo modo è più probabile che vedano contenuti la cui lettura può risultare interessante

In un altro articolo parlerò in maniera più approfondita delle strategie di link baiting e di come implementarle in maniera corretta sul vostro sito. Se volete comunque saperne di più ho trovato questa presentazione di Internet molto interessante: Strategie di click baiting. dall’idea al link.

Salva

Salva

Lascia un Commento

golden goose outlet online golden goose femme pas cher fjallraven kanken backpack sale fjallraven kanken rugzak kopen fjällräven kånken reppu netistä fjallraven kanken táska Golden Goose Tenisice Hrvatska Basket Golden Goose Homme Golden Goose Sneakers Online Bestellen Kanken Backpack On Sale Fjallraven Kanken Mini Rugzak Fjällräven Kånken Mini Reppu Fjallraven Kanken Hátizsák