Powered by ZigaForm version 3.9.6.3

Come costruire la Link Building? Quali vantaggi porta in termini di posizionamento del sito? Quali sono le strategie da adottare per una corretta Link Building?

Strategie per costruire la link building

RUBRICHE >> Internet >> SEO >> Costruire la Link Building

La link building è uno dei principali fattori di ranking che Google utilizza per posizionare il sito in alto nella lista dei motori di ricerca (SERP) e consiste nel far arrivare sul sito “link di qualità”, provenienti da siti esterni che abbiano contenuti pertinenti agli argomenti trattati nel vostro sito e con un ranking elevato (non obbligatorio ma consigliato in quanto ricevere link da siti autorevoli trasferisce una parte di questo valore al sito linkato). La link building deve essere applicata anche ai collegamenti interni. Se vogliamo ad esempio aiutare il ranking della pagina A per una specifica parola chiave, potremo inserire un link che dalla pagina B (ad alto ranking) punta alla pagina A con la stessa parola chiave nel testo del collegamento. Così facendo parte della link reputation della pagina B viene trasferita alla pagina A. Ovviamente evitate di inserire dei link del tipo Clicca qui, se non volete che non vengano presi in considerazione dai motori di ricerca (un link così generico non dà nessuna informazione utile agli spider).

Quali sono le strategie da adottare per costruire la Link Building?

In un articolo che ho pubblicato sugli Algoritmi dei Motori di Ricerca abbiamo visto come attraverso Penguin, Google riesca a verificare la qualità dei links in ingresso al sito riuscendo a capire se per ottenerli sono state utilizzate tecniche non corrette (ad esempio link acquistati). Per evitare penalizzazioni da parte di Google appare chiaro che occorra implementare una corretta strategia di Link Building, ovvero che tutti i link che arrivano sul vostro sito siano naturali, di valore e costanti nel tempo. Nonostante alcuni la possano pensare differentemente, questo non è sempre di facile realizzazione, soprattutto perché molti siti esterni possono linkare il vostro senza che nessuno vi abbia chiesto il permesso e quindi senza avere controllo sulla qualità dei links stessi. Vediamo quindi una lista di azioni che si possono mettere in pratica per implementare una corretta strategia di Link Building:

  1. verifica dei link naturali che arrivano sul proprio sito ed eventuali azioni per rimuoverli;
  2. scrivere contenuti di qualità che siano in grado di attirare l’interesse di chi ci legge, soprattutto se gestiscono siti editoriali o blog importanti. Dobbiamo creare un rapporto con i blogger interessati alla nostra attività;
  3. guadagnare la fiducia del pubblico che ci legge in modo che condivida sui Social quanto scriviamo;
  4. utilizzare la tecnica del Guest Posting, ovvero ospitare sul sito dei contenuti realizzati da altri. Esistono siti a cui ci si può iscrivere e che ti pagano per pubblicare contenuti di terze parti. Io utilizzo ad esempio eADV, un ottima piattaforma che ti paga per esporre banner ed annunci pubblicitari e che da qualche mese ha attivato un servizio di article marketing che ti permette di guadagnare pubblicando articoli di inserzionisti che hanno attivato campagne pubblicitarie su eADV;
  5. realizzare un intervista ad un guru del tuo settore. Contatta una delle persone del tuo settore ritenute influenti e proponigli una intervista. Se accetta inviagli non più di 5 domande a cui rispondere. Crea una articolo e dopo averlo pubblicato mettine a conoscenza l’intervistato, che molto probabilmente non solo condividerà il tuo artciolo, ma inserirà un link nel suo blog.

Come deve essere costruito un link?

Abbiamo già visto nella pagina dedicata agli Anchor Text in che modo costruire un link. Vorrei però sottolineare ancora una volta l’aspetto più importante: sono le parole usate nei collegamenti ipertestuali a fare la differenza da un punto di vista di ottimizzazione dei motori di ricerca. Inserite quindi sempre nella parte testuale (cliccabile) del link la parola chiave per cui deve essere indicizzata la vostra pagina. Ad esempio se il vostro business è quello di creare siti web, un buon link dovrebbe essere così costruito: <a href="creiamo_siti_web.hmtl" title="Costruiamo Siti Web">Creiamo Siti Web</a> (Creiamo Siti Web).

Tipologie di link interni al sito

Le tipologie di link da considerare sono principalmente 2:

  1. navigation link: sono i link presenti all’interno del sito nella parte dedicata alla navigazione e quelli posizionati a piè di pagina;
  2. link contestuali: sono i link presenti nel corpo del testo delle pagine del sito, che collegano all’interno del sito stesso o all’esterno.

Livelli di Link Building

Sono 4 i livelli di Link Building che si possono costruire, ma è fondamentale inizialmente ottimizzare ogni pagina del proprio sito per una parola chiave specifica (od al massimo due parole chiave) e quindi partire con una specifica strategia di link building:

  1. 1º livello: è il più facile da costruire in quanto non richiede tempo e fatica. Si tratta semplicemente di realizzare link all’interno del proprio sito web utilizzando le parole chiave di ogni pagina. L’obiettivo è quello di aiutare il ranking di una pagina specifica nei motori di ricerca per quella determinata parola chiave.
  2. 2º livello: sono link che richiedono tempo e lavoro e si possono ottenere attraverso siti di comunicati stampa e article marketing ad elevato valore, che permettano di aumentare, per determinate parole chiave, il ranking della pagina linkata.
  3. 3º livello: networking link. A questo livello l’obiettivo è quello di rendersi visibile tra le persone interessate agli argomenti del sito. È dunque una fase autopromozionale del proprio business, ottenibile attraverso l’iscrizione e la partecipazione costante a blog. Non tutti i blog permettono però subito di inserire link che rimandano al sito. Per questo motivo vi consiglio inizialmente di iscrivervi e partecipare alle discussioni con commenti che siano interessanti per il blogger, in modo da instaurare con lui un rapporto di comunicazione 1:1. Potete sfruttare anche le iscrizioni ai social network più diffusi, tra cui Facebook.
  4. 4º livello: questo livello lo si raggiunge nel momento in cui il vostro sito inizia a diventare popolare e propone argomenti interessanti e sempre aggiornati. Inizierete a ricevere link (incoming link) da altri siti, senza che siano stati richiesti, proprio per il fatto che ritengono interessanti e utili i vostri contenuti. Per arrivare a questo livello ci vuole tempo e pazienza. Vi suggerisco però di analizzare gli incoming link, individuando la loro origine ed il tipo di “anchor text” utilizzato (parola chiave), per evitare link da siti che sono stati bannati da Google o che trattano argomenti eticamente non corretti e che non hanno nulla a che fare con i contenuti del vostro sito. Per questa analisi potete utilizzare Google Webmaster Tools, oppure usare il tool (utilizzabile solo con il browser FIREFOX) che si trova all’indirizzo linkdiagnosis.com.

Social Bookmarking Link Building

Uno dei modi per ottenere dei backlink verso il vostro sito è quello di usare i siti di Social Bookmarking attraverso i quali potete condividere i vostri link (bookmark) con amici e gruppi presenti su questi siti. Questo vi permetterà di incrementare il numero di backlink e quindi di migliorare la link building. Un consiglio è comunque quello di non esagerare e condividere i link a pagine per le quali volete spingere sul posizionamento. Uno dei più famosi Social Bookmarking Sites è Delicious. Voi potete usarlo per incrementare il traffico ed il numero di link verso il vostro sito. Per ottenere questo, una volta creato l’account su Delicious dovete diventarne un membro attivo, costruendo una larga base di followers, inviando e condividendo links di alta qualità. In poche parole costruitevi prima una buona reputazione, interagite con amici (potenziali followers) condividendo i loro links, in modo che anche loro facciano lo stesso con i vostri links.

Non è dunque sbagliato creare una link building utilizzando i social bookmarking sites, ma ricordatevi che l’obbiettivo è sempre quello di ottenere backlink di alta qualità. Se volete approfondire l’argomento un ottimo articolo, in lingua inglese, è il seguente: Do You Need Social Bookmarking for SEO?

Riassumendo, dovete cercare di ottenere un certo numero di link in ingresso, ma che siano di qualità. Un link può essere definito di qualità se:

  • proviene da un sito che tratta lo stesso tema del vostro;
  • proviene da un sito considerato “autorevole” (ad alto Ranking);
  • è contestualizzato al testo in cui si trova posizionato, anzichè inserito nelle sidebar.

Il massimo obiettivo che si può ottenere è quello di avere dei backlink che provengono da link senza nofollow, da una pagina con alto valore e che contiene pochissimi altri link oltre al tuo. Per ottenere questi link il primo passaggio che dovrete fare è quello di individuare siti a tema con il vostro, siti che siano considerati autorevoli, e analizzarne i link in ingresso. Un sito ad alto ranking molto probabilmente ha backlink che provengono a sua volta da siti autorevoli. Ne otterrete una lista da cui sceglierete i siti migliori. Il passaggio più complesso è ovviamente quello di ottenere un link alla vostra pagina.

[Aggiornamento 19/04/2017]

Ing. Stefano Basso
Email: ingstefanobasso@gmail.com

By |2015-02-06T18:36:42+00:00febbraio 6th, 2015|SEO|

Leave A Comment